Tanti auguri per un felice Anno Nuovo. Happy New Year.

Cari amici, siamo giunti a Capodanno e già ci domandiamo “che anno sarà il 2020?”.   Indovinami, indovino, tu che leggi nel destino, l’anno nuovo come sarà? Bello, brutto o metà e metà? Trovo stampato nei miei libroni che avrà di certo quattro stagioni, dodici mesi, ciascuno al suo posto, un Carnevale e un Ferragosto.Continua a leggere “Tanti auguri per un felice Anno Nuovo. Happy New Year.”

I mercatini dell’antiquariato.Antique markets.

E’ la mia nuova passione, l’ho già detto. Girare per mercatini, vedere e rivedere cose della mia infanzia, cose oggi inusuali. Chi manda più una cartolina oggi ai tempi di Instagram? E quelle lampade anni 70? E la bellezza di quelle tazzine da caffè con il bordo dorato? I told you, already. It is myContinua a leggere “I mercatini dell’antiquariato.Antique markets.”

Un’insalata nel pane. Salad inside the bread.

Qualche giorno fa ho cucinato per un gruppo di amici a Bologna. Un grande appartamento, i padroni di casa simpatici e adorabili, gli ospiti di grande compagnia. Some days ago I cooked for a group of friends in Bologna. A big and nice flat, hosts adorable, funny guests. Cosa cucinare per sorprendere questi allegri compagniContinua a leggere “Un’insalata nel pane. Salad inside the bread.”

Ho trovato per te. I found for you

Cari amici, oggi vi mostro un meraviglioso un originale secreter in legno, originale barocco italiano. Dear friends, today I show you an original secreter, wood, original italian barocco. Per maggiori informanzioni scrivi a hotrovatoxte@gmail.com For info write a mail: hotrovatoxte@gmail.com

La ricetta della domenica. My recipe for sunday lunch.

In cucina ci sono ancora i colori e i profumi dell’estate. La ricetta che vi propongo oggi abbraccia i colori di questo momento. Ingredienti: riso basmati, peperoni e piselli. Tagliate i peperoni a pezzetti e fateli cuocere in una pentola con un filo d’olio e dell’acqua. Cut pepperoni in pieces and cook in a fotContinua a leggere “La ricetta della domenica. My recipe for sunday lunch.”

La mia estate in 10 fotografie. My summer in 10 pics.

Le fotografie. Piccoli momenti di memoria. Un viaggio, dei volti. Un’estate.   Pics. Short moments of memory. A travel, some faces. A summer.   In 10 fotografie vi racconto la mia estate. L’alba sul mare al mattino, la mia colazione al bar, le visite ai musei, il relax sulla spiaggia, le cene con gli amici.Continua a leggere “La mia estate in 10 fotografie. My summer in 10 pics.”

Non chiamatela insalata russa. E’ nata a Mosca ma si chiama Olivier. Don’t call it “russian salad”, was born in Moscow but is called Olivier.

Piace a tutti, grandi e piccini. E’ un piatto nutriente e per tutte le stagioni. In Italia si chiama Insalata Russa. La sua storia ce la racconta la giornalista gastronomica Giulia Nekorkina (russa di nascita ma che ora vive a Roma). Lucien Olivier era un cuoco belga, patron a Mosca di un celebre ristorante cheContinua a leggere “Non chiamatela insalata russa. E’ nata a Mosca ma si chiama Olivier. Don’t call it “russian salad”, was born in Moscow but is called Olivier.”

Un weekend in Umbria, cuore verde dell’Italia. A weekend in Umbria, green heart of Italy.

Dici Umbria e pensi a tante cose. Al cioccolato e al suo festival a Perugia, ma anche a Umbria Jazz che ogni anno attira migliaia di appassionati. A Perugia c’è tanto da vedere. Basta cominciare a girovagare per i suoi vicoli medievali per perdere il senso del tempo e lasciarsi rapire dal fascino di palazzi,Continua a leggere “Un weekend in Umbria, cuore verde dell’Italia. A weekend in Umbria, green heart of Italy.”

Quattro passi (o forse più) per Firenze. Walking (a lot) around Florence.

Visitare Firenze è come entrare in un museo a cielo aperto. E’ una città di una bellezza incredibile. Architettura, storia, arte, cibo, la fortunata vicinanza con la campagna fanno di Firenze una città ideale. C’è così tanto da vedere e da fare che forse 4 passi non bastano. Visiting Florence is like to enter inContinua a leggere “Quattro passi (o forse più) per Firenze. Walking (a lot) around Florence.”